Quanti tipi e varianti di serrature per casseforti esistono

Per gestire in sicurezza valori e documenti esistono diversi tipi e varianti di serrature per casseforti. Il sistema di apertura è l’elemento centrale di un armadietto blindato o di una cassaforte. Il livello di protezione differisce a seconda del modello di serratura prescelto, a partire da quello classico, fino al più innovativo.

Serrature per casseforti: 4 tipi di apertura

Per proteggere gioielli, contratti e liquidi non c’è niente di più efficace che una cassaforte; che abbia una serratura con chiave, con combinazione, a codice digitale o biometrico la sicurezza è sempre garantita.

tipi serrature casseforti

modelli serrature casseforti

Quale sistema di serrature per casseforti scegliere? È importante tenere presente diversi fattori:

  • – Con quanta frequenza si dovrà aprire una cassaforte
  • – Quante persone avranno accesso alla serratura
  • – Quale sarà il valore dei beni custoditi
  • – Quale sarà la diligenza del proprietario.

Le serrature per casseforti con chiave sono le tipologie più classiche utilizzate per mettere in sicurezza i beni personali o aziendali. L’efficacia anti-scasso è notevole, alla pari di altri sistemi più innovativi. Naturalmente si richiede molta attenzione per non perdere le chiavi, compresa la copia di scorta nascosta in un luogo segreto.

Una serratura con combinazione meccanica offre un ulteriore valore aggiunto di protezione, ma richiede maggior tempo per sincronizzare i dischi e aprire la cassaforte. Il livello di sicurezza offerto si amplifica se oltre al sistema meccanico si aggiunge l’ausilio di una chiave.

Per avere un maggiore comfort nelle serrature per casseforti si consiglia l’utilizzo di un sistema digitale elettronico a codici numerici. Le combinazioni possono essere molteplici, e molte persone possono avere accesso all’armadio blindato anche senza chiave. Inoltre è possibile riprogrammare la password cifrata infinite volte per aumentare la protezione dei propri beni.

Per scegliere una serratura per cassaforte moderna ci si può affidare senza paura al sistema di apertura con impronta digitale od oculare, detto biometrico.

Come scegliere serrature per casseforti sicure

Il meccanismo di chiusura di una cassaforte è il fattore più importante per valutare il livello di protezione e la certificazione delle serrature di sicurezza. I modelli più semplici con codice meccanico e chiave a doppia mappa sono composti da doppio catenaccio e dischi, che permettono lo scorrimento dei cilindri. La combinazione è finalizzata con l’aiuto di chiavi o maniglie, le quali permettono l’entrata diretta nel cursore dell’ingranaggio. Non si tratta della migliore serratura per cassaforte, poiché dopo innumerevoli tentativi sulla manopola dei dischi si potrebbe accedere al codice di accesso segreto.

Tra i tipi e le varianti di serrature per casseforti esistono i modelli a dischi coassiali, che garantiscono infinite combinazioni e quindi un alto livello di sicurezza degli oggetti di valore custoditi. Con la presenza di serrature a 3 dischi risulta pressoché impossibile aprire la cassaforte, adatta quindi per commercio, banche e aziende. La variante di serratura a 3 pomelli combinatori è molto efficace, ma non permette di cambiare successivamente i numeri della combinazione.

I modelli più moderni di apertura per cassaforte contemplano meccanismi elettronici con tastiera numerica digitale. Chi è molto distratto può contare comunque sull’opzione di supporto con chiave classica. Le serrature per casseforti elettroniche ad uso domestico sono auto-alimentate con pile alcaline e garantiscono un’alta sicurezza contro le effrazioni.

Serrature per casseforti con impronta digitale

Una serratura per cassaforte a codice biometrico, con impronta digitale od oculare, è senza dubbio la soluzione più sicura per custodire oggetti di valore, documenti e liquidità. In caso d’emergenza è possibile sbloccare l’apertura tramite codice o chiave di supporto. Il meccanismo di apertura integrato è una garanzia per avere accesso ai propri beni senza timore di avere dimenticato la password, costituita da combinazioni innumerevoli composte tra le 3 e le 9 cifre.

Tra le varianti di serrature per casseforti a semicilindro profilato è necessario scegliere i modelli certificati dalla normativa europea che sono garantiti per 24 mesi. I meccanismi di apertura cassaforte sottostanno alla legislazione UE, che prevede con la norma EN 1300 diversi livelli di sicurezza. Il profilo anti-bumping dei migliori meccanismi per casseforti deve comunque essere corredato da brevetto, e dalla possibilità di sostituire il cilindro corazzato della combinazione di apertura.

Casseforti: quanti tipi esistono? Come scegliere quella adatta a noi?

La cassaforte è un sicuro investimento per il presente e per il futuro, in quanto permette di proteggere denaro, oggetti preziosi e altri beni di valore all’interno della propria casa: è per questo motivo che bisognerebbe averne una in ogni abitazione. Scegliere la cassaforte più adatta alle proprie esigenze è molto semplice; basterebbe infatti considerare quanti oggetti si desidera custodirvi e optare per una dimensione che non solo possa contenerli, ma che permetta anche di aggiungere ulteriori beni in futuro. È importante anche scegliere il marchio a cui affidarsi, la tipologia di cassaforte più adatta alla propria abitazione e quale modalità di sicurezza si preferisce adottare.

Quanti tipi di casseforti esistono?

Sostanzialmente, è possibile classificare le casseforti in base al luogo in cui verranno posizionate: a mobile e a muro. Prima di acquistarne una, comunque, è fondamentale assicurarsi che il luogo prescelto abbia dei requisiti fondamentali per poterne permettere l’installazione: deve innanzitutto esserci abbastanza spazio affinché lo sportello possa aprirsi completamente e con facilità verso l’esterno. Anche le dimensioni della cassaforte devono, naturalmente, sapersi adattare alla zona scelta.
Vediamole quindi più approfonditamente.

modelli casseforti

modelli casseforti

• A muro: è il tipo di installazione più sicuro, in quanto l’incasso all’interno di una parete permette anche di poterla nascondere alla vista tramite alcuni oggetti (ad esempio, dei quadri), fungendo da deterrente contro i malintenzionati, che difficilmente potranno individuarla e, in casi estremi, rimuoverla. Una cassaforte a muro viene quindi impiantata all’interno di una parete, la quale dovrà essere di materiale resistente (come calcestruzzo o pietra) e con uno spessore di almeno una decina di centimetri in più rispetto a quello della cassaforte; inoltre, deve essere libera da tubature o cavi elettrici, poiché potrebbero rendere la struttura più debole o esporla a sguardi estranei.

• A mobile: si può optare per questo tipo di installazione in caso non ci sia abbastanza spazio per poterla installare all’interno di una parete o se quest’ultima non è abbastanza robusta per permetterne una al suo interno. Le casseforti a mobile vengono semplicemente fermate ad una parete o al pavimento (per una stabilità maggiore anche ad entrambi) attraverso tappi ad espansione. Non si tratta di un metodo sicuro quanto le casseforti a muro, ma è comunque possibile ricorrere ad espedienti per tenerla lontana da persone indesiderate, come ad esempio nasconderla all’interno di armadi o altri mobili abbastanza capienti.

Come scegliere la cassaforte adatta a noi?

Sicuramente la tipologia di cassaforte è un elemento indispensabile per capire quale adattare meglio alle nostre esigenze e alle possibilità della nostra abitazione. Oltre a ciò, ci sono altri elementi che è bene valutare prima dell’acquisto: sicurezza attiva, sicurezza passiva e facilità d’uso. Analizziamo queste caratteristiche.

• Sicurezza attiva: si tratta della resistenza del sistema di chiusura utilizzato davanti ad una possibile effrazione. Esistono tre tipologie di sistema di chiusura, delle quali quello a chiave è il più diffuso (seguono quelli a combinatore meccanico o elettronico). È possibile anche avere un doppio sistema di chiusura, unendo una chiave a una combinazione.

• Sicurezza passiva: si tratta della resistenza della cassaforte a tentativi di scasso ad opera di strumenti o attacchi violenti. Al fine di ciò, il materiale con il quale è realizzata deve essere sicuramente resistente agli urti; allo stesso modo, anche lo sportello deve presentare la stessa resistenza e una buona saldatura alla cornice.

• Facilità d’uso: si tratta della facilità con la quale la cassaforte può essere utilizzata regolarmente, dei modi di memorizzazione delle combinazioni e alla sua manutenzione.

Alcuni consigli utili per l’installazione

Affinché il lavoro sia svolto correttamente, è indispensabile affidarsi ad un professionista. Anche il luogo e la posizione in cui viene collocata giocano un ruolo determinante: il primo deve essere una zona poco frequentata e con una possibilità limitata di movimento (come una soffitta o un corridoio molto stretto; per quanto riguarda la posizione, è consigliabile collocarla abbastanza in alto, che la renderà meno accessibile a tentativi di manomissione

Migliori marche di casseforti

Casseforti: i migliori brand presenti sul mercato

Quando si acquista una cassaforte occorre prestare attenzione alla marca poiché è bene scegliere quella più esperta e specializzata.
Scegliere un brand professionale è molto importante per avere la garanzia di un prodotto sicuro e innovativo.
Vediamo in seguito le migliori marche di casseforti e quali sono le loro caratteristiche principali.

migliori marche casseforti

migliori marche casseforti

1) Juwel

Juwel è un’azienda italiana che ha origine nel 1922, si tratta di una realtà imprenditoriale leader nel settore che da sempre realizza tra le migliori casseforti presenti sul mercato. Possiede un’ampia gamma di prodotti nel suo catalogo, che si distinguono per la loro qualità dei materiali e la cura nei dettagli.
Tra i vari modelli offre sia la versione a pavimento che quella a parete, suddivise in tre serie con diversi livelli di sicurezza: la super-rinforzata, la rinforzata e la base.
La serie super-rinforzata è il fiore all’occhiello del brand Juwel, in cui la caratteristica principale è lo spessore dello sportello che raggiunge i dieci millimetri. Queste particolari casseforti non hanno la chiave ma la combinazione elettronica e meccanica, disponibili sia a pavimento che a muro.
I modelli della serie rinforzata invece possiedono dei catenacci con uno spessore di 25 millimetri aventi un duplice supporto. Le serrature sono ben rinforzate e corazzate con una piastra in acciaio per garantire la massima sicurezza. Possono avere differenti tipologie di apertura ed esistono i modelli a muro e a pavimento.
Mentre quelli della serie base sono le più semplici della gamma utilizzate principalmente nelle abitazioni per custodire oggetti di medio valore. Possono avere un’apertura a chiave oppure a combinazione elettronica o meccanica, o addirittura un sistema di apertura combinato. Le porte sono realizzate in acciaio per garantire la massima sicurezza e sono spesse circa 8 millimetri.

2) Cisa

Cisa è un marchio italiano realizzato nel 1927 a Firenze, si tratta di un’azienda attualmente il prima linea nella realizzazione di casseforti. Nel suo catalogo offre differenti modelli tra il quale scegliere sia a mobile che a muro. A prescindere dalla tipologia scelta, ogni modello può essere acquistato con vari sistemi di apertura: a chiave, combinazione elettronica e meccanica.
I modelli a mobile che come dice proprio il nome queste casseforti vengono installate all’interno di un mobile o nel pavimento così che possa essere facile nasconderle. Si tratta di modelli particolari che necessitano di un’installazione di un professionista del settore così da garantire il perfetto ancoraggio.
I modelli a muro invece sono le casseforti più comuni, che vengono utilizzate per chi ha poso spazio. Quelle del marchio Cisa sono abbastanza rinforzate e spesse con gli sportelli in acciaio fino a 10 millimetri di spessore. Vanno installare in muri con la giusta larghezza così da impedirne lo scasso, inoltre è importante scegliere il giusto posizionamento, lontano da occhi indiscreti.

3) Yale

Yale è un’azienda leader nel settore che nasce come produttrice di serrature, in seguito crea dei modelli di casseforti molto amati dai consumatori per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.
Sono disponibili vari modelli con serie differenti, sia a mobile che a parete con vari livelli di sicurezza, tra le migliori è bene menzionare quelle ignifughe e con la corazza antiforatura.
Tra le varie linee di casseforti sono presenti quelle utilizzate negli alberghi, che possiedono un codice di sicurezza che il titolare può utilizzare per aprirla nel caso in cui l’ospite si sia dimenticato il codice da lui inserito.
Inoltre Yale offre anche dei modelli meno professionali più adatti alle abitazioni, ma che riescono a svolgere il loro lavoro nei migliore dei modi con prezzi concorrenziali

4) Domus

Domus è un’aziende con sede in Provincia di Mantova che realizza da anni tra le migliori casseforti presenti in commercio, garantendo alti livelli di sicurezza con dei materiali di ottima qualità. La gamma di prodotti che offre è ampia e si adatta ad ogni necessità, disponibili modelli sia a muro che a mobile. Tutti i modelli possiedono varie tipologie di apertura: a chiave, a combinazione elettronica e meccanica.
I modelli a muro possiedono delle particolari alette per fissare meglio la cassaforte e permettere un ancoraggio ottimale. Inoltre possiedono dei catenacci in acciaio per impedire l’apertura della cassaforte da parte dei malintenzionati.
I modelli a mobile invece possiedono una struttura già con dei fori per fissarle al pavimento oppure alla parete in base alle proprie necessità.

5) Viro

Viro è un’azienda italiana leader nel settore della produzione di casseforti che dal 1942 offre dei prodotti professionali e di ottima qualità, disponendo dei modelli ad incasso o appoggio.
Viro crea ogni modello disponibile in differenti metodi di apertura per scegliere quello che più si adatta alle proprie esigenze e necessità, come: serratura a chiave, combinazione elettronica o meccanica e infine la possibilità di scegliere i modelli con la serratura biometrica, una tipologia moderna e all’avanguardia.
Ogni differente tipologia di serratura ha un livello di sicurezza diverso. Inoltre qualsiasi modello si scelga che sia a muro oppure da appoggio sono caratterizzate da materiali di qualità e realizzate con una struttura solida che ne impediscono lo sradicamento.

6) HMF

Dopo una serie di brand italiani vogliamo concludere con un’azienda straniera, o meglio tedesca che dal 1949 di occupa di produrre tra le migliori casseforti presenti in commercio che vengono realizzate con ingegno e innovazione.
I vari modelli sono disponibili sia a pavimento che ad appoggio, ma non solo, infatti una caratteristica di questa realtà imprenditoriale che crea casseforti portatili, così che possano essere nascoste dove si meglio crede per custodire gli oggetti più preziosi.
Tra i modelli migliori dell’azienda HMF troviamo appunto le casseforti portatili o invisibili, a forma di libri, valigette o di altri oggetti, così da non dare nell’occhio.
Tutte le casseforti di questa marca sono realizzate con i migliori materiali, le porte sono robuste e rinforzate dalle cerniere, la struttura è già perforata per garantire un ancoraggio ottimale e inoltre vengono forniti anche i tasselli.

Conclusioni finali sulle migliori marche di casseforti

La cassaforte è un dispositivo indispensabile in un’abitazione, in azienda o negli alberghi. Scegliere il migliore modello che si adatta alle nostre esigenze è il primo passo per una scelta efficiente. Occorre prestare attenzione alla tipologia scelta e al sistema di chiusura.
Quando si acquista una cassaforte occorre che abbia un sistema di sicurezza alto dunque è bene affidarsi ai migliori marchi presenti sul mercato.